Sul voto elettronico

Sul voto elettronico Il voto elettronico come alternativa digitale all’urna e al voto per corrispondenza

In Svizzera si stanno svolgendo da anni sperimentazioni con il voto elettronico. In futuro, oltre alle urne e al voto per corrispondenza, gli elettori avranno a disposizione un terzo canale: il voto elettronico, a condizione che il Cantone di domicilio partecipi alle sperimentazioni. La Confederazione sta rielaborando le basi giuridiche per il progetto pilota del voto elettronico.

Il voto elettronico svizzero a confronto con altri paesi

In Svizzera, per voto elettronico si intende il voto via internet, detto anche «remote online voting» o «internet voting» , ossia il voto elettronico «a distanza». In altri paesi, invece, il voto elettronico può significare che l’elettore esprime il proprio voto in un seggio utilizzando un dispositivo elettronico che può essere collegato a internet.

Gli elettori come possono usare il voto elettronico?

Per il voto elettronico, gli aventi diritto al voto in Svizzera ricevono per posta, insieme ai documenti elettorali, diversi codici di sicurezza: un codice serve per registrarsi sulla piattaforma di voto elettronico del proprio Cantone, mentre altri codici sono utilizzati per verificare il voto, per confermare la scelta effettuata e per controllare che il voto sia stato ricevuto correttamente dall’autorità elettorale.

Una volta espresso il voto, viene salvato dal sistema nell’urna elettronica in forma crittografata e anonima. Solo la commissione elettorale del Cantone interessato può aprire l’urna, decodificare i voti e procedere allo spoglio.

Come funziona il voto elettronico in Svizzera

Sperimentazioni con il voto elettronico

Tra il 2003 e il 2019, 15 Cantoni svizzeri su 26 hanno raccolto esperienze con il voto elettronico utilizzando sistemi differenti. La Posta sta sviluppando ulteriormente il proprio sistema per poterlo offrire nuovamente ai Cantoni. Il suo primo sistema è stato utilizzato con successo fino al 2019 nei Cantoni di Friburgo, Turgovia e Basilea Città.

Primo sistema con verificabilità universale

Il nuovo sistema di voto elettronico della Posta dispone della cosiddetta verificabilità universale. Ciò significa che le autorità elettorali e gli osservatori indipendenti possono verificare al momento del conteggio se i voti nell’urna elettronica sono stati manipolati. Questa verifica è paragonabile al riconteggio delle schede di voto cartacee. Ciò consente ai Cantoni di controllare e verificare le operazioni di voto in maniera indipendente. In Svizzera non esisteva ancora un sistema con verificabilità universale.